Preparare il pollaio all’inverno

L’inverno ormai è giunto alle porte e con i primi freddi ci si domanda se il nostro pollaio è pronto a proteggere le galline dal freddo. In questo periodo le galline riposano, cala la produzione di uova o addirittura si interrompe consentendogli un gran risparmio energetico.

Non è il freddo in sé a causare l’interruzione della deposizione ma il calo della luce che va ad influenzare gli ormoni. Di fatti, negli allevamenti intensivi la luce viene fornita 20/24h e la produzione è continuativa, ciò va a scompensare il loro ciclo biologico. Per un allevamento amatoriale è fortemente sconsigliato fornire così tanta luce per il benessere delle vostre galline e anche per prevenire il cannibalismo.

Ogni gallina si adatta bene all’ambiente dove vive: non sono necessarie grandi opere di isolamento dal freddo per proteggere il pollaio, ma bisogna comunque prestare delle piccole attenzioni.

Pollaio perfetto

Per preparare il pollaio all’inverno la prima cosa da fare è effettuare tutte le riparazioni necessarie: sostituite le parti rotte, danneggiate e mancanti. Tenete a mente che potreste essere costretti a tenere i vostri polli al chiuso per lungo tempo, quindi il pollaio deve essere sicuro e confortevole!

Approfittate delle ultime giornate di sole per fare una buona disinfestazione generale dei parassiti da eliminarli in parte. In inverno, succede che il calore prodotto dalle galline tenute al chiuso favoriscano l’insorgenza di infestazioni grosse, difficili da debellare, come nel caso dell’acaro rosso. Quindi munitevi delle attrezzature necessarie per fare delle ottime pulizie generali del vostro pollaio.

Bagno di terra

Come raccontato nell’articolo dedicato al bagno di sabbia, questa pratica è un toccasana per la loro salute. Se potete, mettete un contenitore pieno di terra, cenere e sabbia dentro al vostro pollaio. Diventerà un passatempo durante le giornate più noiose. Ricordatevi di metterlo in una posizione dove non si bagna altrimenti avrà l’effetto opposto.

Spifferi e correnti d’aria

Come per noi umani, anche per loro gli spifferi d’aria sono pericolosi! Per evitare che le nostre galline si ammalino, aggiustiamo eventuali pareti e se volete essere ancora più perfetti avvolgete con un telo in plastica le pareti del pollaio.

Ovviamente allo stesso tempo l’aria non deve essere stagnate. L’umidità derivate dalle deiezioni dei nostri piccoli animali possono causare dei problemi. Le esalazioni di ammoniaca causano rallentamento della crescita, problemi respiratori e altro.

Occhio ai piedini delle cocche

I tarsi e le dita delle nostre galline sono molto esposte con il freddo dell’inverno. Per rendere accogliente il ricovero cospargente di truciolo (depolverizzato) o di paglia per ottenere una pavimentazione calda e asciutta.

Camminare sulla neve di per sé non causa nessun problema a patto che abbiano un luogo a disposizione dove tenersi al caldo e all’asciutto. Per preparare il pollaio all’inverno, aggiungete qualche posatoio in più, in modo tale che quando farà freddo le galline potranno appollaiarsi per scaldare le loro zampe con il calore del loro corpo.

Anche una buona alimentazione calorica favorisce la protezione dal freddo. L’autunno è il periodo ottimale per iniziare ad aumentare (un pochino) gli alimenti più calorici per preparare l’animale all’inverno.

gallina nella neve

Fango

In inverno è molto facile che si formi del fango nel prato di pascolamento delle galline. Questo aggiunto alle pozze di acqua gelata causano arrossamento e dolore ai piedi delle galline.

Per risolvere a questo inconveniente:

  • Aggiungete uno spesso strato (10-15 cm) di ghiaia di fiume grossolana. Aiuterà a far scivolare via l’acqua e sarà anche facile da pulirlo rispetto alle altre opzioni proposte qui sotto.
  • Distribuite uno spesso strato di fieno. Isolerà le galline dal fango ma bisogna sostituirlo spesso perchè si sporca velocemente. Questa opzione terrà gli animali occupati che si divertiranno a razzolare. Inoltre fieno misto pollina potrà essere utilizzato come concime nei campi.
  • Appoggiate dei pallet o assi di legno sul terreno: per creare delle aree su cui i polli si rifugeranno stando lontani dal fango. Attenzione, perché queste superfici diventando scivolose; siate cauti dunque nel camminarci sopra.

Nido

Rinfoderate bene il nido aggiungendo più paglia. Succede che durante la notte o nei momenti più freddi le galline preferiscano scaldarsi e dormire nei nidi. Quindi non fate i timidi e abbondate nel nido!

Ogni pollaio è diverso per come è costruito e formato. Fate una vostra valutazione in base a quello che avete imparato e muovetevi nel caso di una criticità.

Se avete domande, dubbi e perplessità scrivete un commento! ⬇👇

Fonti e altre info ➡ Oryctes

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.