Come funziona la cova di una gallina?

La gallina che cova e alleva pulcini si chiama chioccia. La chioccia, rispetto ai mammiferi, non partorisce i piccoli, ma depone le uova e poi le cova fino alla schiusa dei piccoli. La cova dura 21 giorni: il tempo necessario per far schiudere le uova. A volte può capitare che i piccoli nascano tra il 20° o il 22° giorno, questo dipende dalle condizioni di umidità e temperatura del nido.

Predisposizione alla cova

Non tutte le galline sono predisposte a diventare chiocce ci sono molti fattori che incidono tra i quali razza, età, salute e ambiente.

Ci sono razze meglio predisposte per diventare chiocce come per Moroseta, Brahma, Cocincina, Mugellesele razze nane e le razze rustiche. Altre razze invece come la Livornese, Padovana e le ibride commerciali e tutte quelle razze selezionate per la produzione di uova  l’istinto è molto minore o praticamente assente.

Le femmine già al 5° mese di età possono sentire il “richiamo della cova”, anche solo dopo aver deposto 6-7 uova. La cova è un momento molto stressante e debilitante e solo le galline in salute e in carne lo diventano. Per chi ha a che fare con le galline è importante che sappia valutare lo stato di salute del proprio animale, perché quando le galline mostrano sintomi evidenti spesso è già troppo tardi, riconoscere tempestivamente se c’è qualcosa che non va riduce spiacevoli perdite.

Riconoscere una chioccia

La chioccia ha un comportamento totalmente diverso rispetto a quando non lo è. La riconoscete perché:

  1. non si alza mai dal nido: cova le sue uova con tanta dedizione e amore, si alza solo per 20 minuti al giorno per bere, mangiare, defecare e sgranchirsi;
  2. diventa territoriale e aggressiva con chiunque e anche con noi: proverà a beccare o a “strillare” per farci allontanare dalle sue preziose uova;
  3. emette il suono tipico della chioccia, si arruffa e si gonfia.

Con l’avvicinarsi del periodo di cova, il corpo della gallina subisce delle modifiche nella zona ventrale: si formano le placche incubatrici. Due zone di pelle dove perde il piumino, ciò consente di trasmettere meglio il proprio calore alle uova.

Prima del periodo di cova, le galline, fanno delle “prove”cioè iniziano a trascorrere maggior quantità di tempo nel nido e, infine, si siedono anche durante la notte, e con ciò è iniziata la cova!

Come incentivare una gallina a chiocciare

Ci sono delle galline, come abbiamo detto prima, che non hanno bisogno di essere incentivate a chiocciare, altre invece hanno bisogno di una spintarella. Per prima cosa la gallina deve essere in salute, in forma e in carne e aver già deposto almeno 6/7 uova.

L’unico sistema per incentivare la gallina è lasciare nel nido delle uova.

È importante avere pazienza e non cercare di forzare la gallina: la cova è un momento molto debilitante e stressante. In più, in un pollaio non tutte fanno le chiocce, ma solo alcune. Il rischio di obbligare una gallina con metodi poco etologici è alto:

  • le uova verrebbero abbandonate prima dei 21 giorni previsti
  • la gallina potrebbe lasciarci le penne.

E per finire, questi metodi non funzionano quasi mai!

Aiutare una chioccia

Iniziamo col dire che le galline sanno gestirsi da sole. Si alzano per mangiare e defecare, girano le uova e tanto altro.

Può capitare che quando una gallina diventa chioccia per la prima volta potrebbe non sapere come eseguire correttamente queste azioni e mandare in fumo la sua prima covata. Quindi potremmo prendere qualche accorgimento per aiutarla:

  • per prima cosa, controlliamo che si nutra e che beva regolarmente: può capitare che la futura mamma si metta a covare con tanta dedizione da dimenticare queste attività elementari che fanno rischiare la sua salute;
  • somministrare un mangime altamente proteico per tenerla in forze oppure aggiungete delle vitamine per galline nell’abbeverino;

Vitamin ADEC: multi vitaminico da 100 ml adatto per allevamenti di piccole dimensioni.

Vitamin ADEC: adatto per chi possiede molte galline. Confezione da 1 L

Vitastab Tutto Stimolante: prodotto ricostituente ed energetico. Confezione da 100 ml

  • posizionate la mangiatoia e l’abbeveratoio a mezzo metro di distanza dalla chioccia e in una posizione in cui si vedano dal nido: evitate di inserirli nella cassetta dove sta la vostra chioccia perché potrebbero ribaltarsi bagnando tutte le uova e in più la si incoraggia ad alzarsi per qualche minuto per mangiare, bere e sopratutto per defecare fuori dal nido;
  • la chioccia spesso decide di mettersi a covare nella cassetta dove abitualmente depone: questo risulta un problema se abbiamo altre galline nel pollaio. Infatti anche le altre, come lei, potrebbero essere abituate a deporre in quel posto. In questo modo succede che verrebbe infastidita e potrebbe decidere di abbandonare la covata oppure, se resiste, potrebbe trovarsi con troppe uova (che non riuscirebbe a coprire con il proprio corpo) e con date di schiusa diverse tra loro. La cosa migliore è riservarle un angolo del pollaio o una zona solo per lei. Se possibile dentro al pollaio, in un ambiente che già conosce e che ritiene sicuro.
  • attenzione ai nemici della chioccia e delle uova: è consigliato avvolgere la zona della chioccia con una rete a maglia sottile per metterla al sicuro da topi, ricci e altri predatori di uova e pulcini;

lupo

  • controllate, in questi 21 giorni, le piume per verificarne la presenza di pollini, acari e pidocchi: per prevenirli rendete disponibile un contenitore di cenere di legna oppure con della terra e in aggiunta della farina fossile nella quale entrerà a farsi i bagni oppure inserite del tabacco nel nido, in quanto la nicotina funge da insetticida naturale.

AniForte Terra diatomea: efficace contro i parassiti, da inserire nel bagno di sabbia.

Delicacy: repellente per animali

MartenEX: repellente per martore, roditori e faine

Non eccedete mai con le uova da destinare alla chioccia: la povera gallina ha dei limiti fisici! Una gallina nana sarà capace di covare tra le 7-10 uova, una media tra le 10-12 e una razza gigante fino a 15 uova.

Buon allevamento! 🐔

Fonti: oryctesblog.com, Tutto sulle Galline

17 Replies to “Come funziona la cova di una gallina?”

  1. Franco

    Gallina di 15 mesi sta da 3 giorni cova uova non fecondate. Ieri nel pomeriggio l’ho posta in una gabbia con acqua e cibo, pavimento a rete e sollevato, e la mattina successiva, sorpreso, ho trovato un uovo. L’ ho fatta uscire dalla gabbia e ha ricominciato a covare senza uova. Che fare per dissuaderla? È normale aver trovato un uovo? Grazie per l’aiuto. Franco

    Rispondi
  2. walter caceffo

    Ho una gallina di 7/8 mesi che si è messa a covare , delle uova fecondate da 6 giorni . Fino a ieri non ha mai abbandonato il nido, ma ieri si è allontanato per almeno 5/6 ore per pio ritornare dentro per tutto il giorno Stamattina vedo che la cosa si stà ripetendo. è normale tutto questo o è in confusione GRAZIE

    Rispondi
    • Le Galline Autore dell'articolo

      Ciao Walter! Se una gallina si alza tutti i giorni dal nido per 30 minuti o poco più è normale… mentre 6 ore sono un po’ tante. Essendo la sua prima cova è normale che non sappia bene cosa deve fare, ha bisogno di imparare, quindi non ti aspettare che vada tutto a buon fine e non obbligarla a stare dentro se non se la sente. Vedi come va! 🐔

      Rispondi
  3. Luca Pinna

    Ciao scusami se ti disturbo la mia gallina è diventata chioccia per la prima volta ,sono passti 21 giorni ma non è nato niente, sono molto preoccupato.
    Ora siamo al 23 esimo giorno non e nato niente, ma lei fa tutto normalmente si alza fa le sue cose e va subito a risedersi sulle uova. Inoltre le uova sono fecondate perché lo visto tramite la speratura,
    Mi può dire cosa fare ma soprattutto cosa ne pensa.

    Rispondi
    • Le Galline Autore dell'articolo

      Ciao Luca! Se al tempo hai fatto la speratura ed erano fecondate e sono passati più di 23 giorni allora gli embrioni al suo interno sono morti. Puoi provare ad aprirne uno e vedere quando sono morti, magari ti viene in mente qualcosa che è successo durante la cova. In questo caso toglierei tutto! La prossima volta andrà meglio 💪🐣

      Rispondi
    • Le Galline Autore dell'articolo

      Ciao Margherita! Se una gallina cova uova con date di schiusa differenti succede che quando nasceranno i primi pulcini molto probabilmente la chioccia uscirà dal nido abbandonando le altre uova che sarebbero schiuse nel giro di 2/3 giorni o più. In questo modo i pulcini già formati dentro le uova muoiono.

      Rispondi
  4. Silvana

    Buon sera,avrei bisogno di una delucidazione,dopo quanto tempo l uovo deposto della gallina è ancora adatto per una cova?,mi spiego meglio,mi hanno regalato delle uova di razza diversa della mia gallina che sta cominciando in questi giorni a prepararsi il nido….possono stare 10 /12giorni prima di metterli sotto la mia futura chioccia?

    Rispondi
  5. Paolo Dellantonio

    La mia moroseta sta covando due uova che però non sono fecondate perché non ho il gallo. È un trauma se alla fine della cova non nascerà nulla? È meglio cercare di farla smettere sempre se esiste una tecnica? Grazie!

    Rispondi
    • Le Galline Autore dell'articolo

      Ciao Paolo! Tendenzialmente quando una gallina si accorge di covare uova non fecondate le abbandona, però non sempre accade soprattutto se si ha a che fare con una razza dall’ottimo istinto di cova, queste si ostinano a covare per dei mesi (la cova dovrebbe durare solo 21 giorni) e delle volte covano anche il nulla. Tutto ciò sarebbe da evitare! La cova è un periodo molto debilitante per l’animale ed è anche più esposto all’attacco di parassiti come pidocchi e rogna. Quindi, se hai intenzione di far felice la tua cocca falla covare delle uova feconde altrimenti la devi tirare fuori dal nido e toglierlo, non deve accedervi più finché non si “schioccia”, puoi comunque aspettare 21 giorni per vedere se si “schioccia” da sola poi però prendi provvedimenti. Spero sia stato utile! 🐔

      Rispondi
  6. Rachele

    La mia giovane chioccia, alla sua prima esperienza di cova, non vuol saperne di alzarsi dal nido per mangiare.
    Le ho allestito il nido, separato dal resto del pollaietto, con relativo spazio di 50x50cm circa dove ho posizionato acqua e cibo.
    E’ in cova dal 30 aprile ma non si muove da li. Le metto un sacco di cose buone x invogliarla ad alzarsi a mangiare ma nulla… ogni 2 giorni mi sento costretta a spostare direttamente nel nido il cibo e poi l’acqua e vedo che si nutre volentieri.
    Suggerimenti per stimolarla a muoversi? non posso immaginare che per altri 11-12 gg resti inchiodata al nido senza muoversi e defecando. Grazie

    Rispondi
    • Le Galline Autore dell'articolo

      Ciao Rachele, grazie per la tua domanda! Può succedere che una chioccia alla prima esperienza si dedichi così profondamente alla cova “dimenticandosi” di nutrirsi e defecare. Le chiocce esperte si alzano dal nido 20/30 minuti al giorno per soddisfare i loro bisogni fisiologici. Hai notato se ci sono degli escrementi fuori dal nido? Perché se la risposta fosse affermativa vuol dire che ogni tanto esce e va bene così. Hai già provato a mettere il cibo lontano dal nido ma in modo tale che lo vede anche da dove cova? Se ciò non dovesse bastare potresti tirarla fuori una volta ogni 2 giorni, delicatamente e senza spaventarla altrimenti abbandonerebbe la cova, e posizionarla davanti al cibo. Se lo desideri puoi tenerci aggiornati! 🐣💪

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.